News

FTCC

GDPR: uno sguardo oltre il confine italiano.

nuovo logo fcct

Mancano oramai meno di tre mesi alla definitiva applicazione del GDPR (“General Data Protection Regulation – Regolamento UE n. 679/2016”) e le autorità di controllo privacy d’oltralpe più virtuose già da diverso tempo si stanno attivando per predisporre materiali e documenti utili per le imprese ai fini dell’adeguamento alla nuova normativa in materia di trattamento di dati personali.

I Garanti francese, spagnolo, belga, tedesco e inglese hanno emanato e pubblicato sui siti internet istituzionali una serie di linee guida e documenti su specifici argomenti del GDPR.

Segnaliamo, innanzitutto, le informative multylayer del Garante spagnolo, che ricordano le tabelle nutrizionali che compaiono nelle etichette degli alimenti e che contengono un primo livello di informazioni basiche sui contenuti minimi richiesti dagli artt. 13 e 14 GDPR e poi un secondo livello di informazioni più approfondite e dettagliate, cui è possibile accedere in un momento successivo cliccando sul tasto “+ info”.

Segnaliamo, ancora, le linee guida date dai Garanti spagnolo, inglese e francese sui contenuti obbligatori (e non) delcontratto di nomina, da parte di un titolare, di un responsabile esterno del trattamento ex art. 28 GDPR.

Segnaliamo, infine, il tool utile per la conduzione di una valutazione di impatto ex art. 35 GDPR predisposto dal Garante francese e i fac-simile dei modelli di registro di trattamento ex art. 30 GDPR realizzati dai Garanti inglese, belga, tedesco e francese. Qui di seguito i link ai siti delle autorità summenzionate per visionare la documentazione di interesse:

Garante francese;

Garante spagnolo;

Garante inglese;

Garante belga;

Garante tedesco.

Il nostro suggerimento è di consultare le linee guida e i documenti in questione per trovare spunti, ispirazione e aiuto utili ai fini della compliance al GDPR, tenendo però sempre presente la realtà del contesto normativo nazionale e soprattutto i provvedimenti emanati sino ad ora, e quelli che verranno emanati in futuro, dal nostro Garante e dal nostro legislatore, cui consigliamo vivamente di attenersi per quanto riguarda i titolari stabiliti nel nostro Paese o, anche se non qui stabiliti, che offrano servizi o monitorino interessati che si trovino in territorio italiano.

 

Avv. Santina Parrello